Ciao a tutti!

Avrete notato che da un po’ non scrivo, ma questo, per me, è un periodo davvero molto triste: ultimamente, infatti, non riesco a trovare dentro di me serenità e ispirazione.

Questi sono giorni davvero difficili, aggravati da una brutta situazione che sto vivendo e alla quale, in queste poche righe, non voglio pensare: quando sarò più tranquilla mi farà piacere condividere con tutti voi che mi seguite la situazione… ma ora non è il momento.

Siete mai stati colpiti dal cosiddetto “blocco dello scrittore”? Io non sono una scrittrice professionista, è vero, infatti scrivo solo per passione: eppure, ora come ora, mi sento bloccata e incapace di tradurre in parole i miei pensieri.

Vorrei iniziare questo dicembre all’insegna della cura di me e dell’attenzione verso tutto ciò che mi rende felice, ma non è facile, specialmente quando si ha avuto a che fare con una bruciante delusione: forse quello che desidero non esiste o non è realizzabile, o forse mi sono solo illusa, ma, per un attimo, ho immaginato e sperato che la mia vita potesse essere diversa.

Ho sognato di essere indipendente e di poter cercare un chicco di felicità, quella che tutti meritano dalla vita, prima o poi: non è facile guardarsi intorno e non trovare nessuno accanto o, almeno, nessuno davvero disposto ad ascoltarti e offrirti, quando serve, una spalla su cui piangere. Odio me stessa per non essere stata in grado di crearmi una “rete” che mi supportasse nei periodi bui come questo, odio l’inverno, il cielo grigio, il freddo e la pioggia e odio non poter essere quella che vorrei, non essere libera di esprimere quello che ho dentro, non poter cercare la mia realizzazione personale.

Cerco una persona che mi stia accanto nella mia poca indipendenza fisica, che mi aiuti a prendermi cura di me, a sentirmi più donna, vestita e truccata come desidero, che mi aiuti a tagliare il cordone ombelicale con quella famiglia che spesso non comprende i miei bisogni e la voglia di essere libera.

Vorrei che il 2020 iniziasse subito con questo desiderio: essere felice, realizzare i miei desideri e non quelli di altri, non sentirmi repressa, sconfiggere questa tristezza che mi avvolge e per la quale forse ho bisogno di un supporto psicologico.

Probabilmente l’aiuto che mi occorre non può essere quello della famiglia ma, piuttosto, di una figura professionale capace di supportarmi completamente, a livello fisico, psicologico e umano. Esiste una figura professionale simile?

Grazie per avermi seguita… ci leggiamo presto!!!