Search here...
TOP
Frammenti Di Diario

Verso l’indipendenza

Ciao a tutti, oggi vorrei parlarvi di una cosa che non c’entra nulla né con vestiti né con cani: l’indipendenza. Non indipendenza economica ma proprio della mia indipendenza che purtroppo, non ho.

Da un annetto a questa parte sento sempre più il bisogno di creare la mia indipendenza come un’uscita a settimana o passare dei momenti sola in casa. Non vi nego che la mia voglia di indipendenza diventa anche tristezza quando non posso fare determinate cose: truccarmi da sola, scattarmi una foto senza essere seduta sulla carrozzina o semplicemente fare ciò che mi passa per la testa. Alle volte mi pesa dipendere da qualcuno anche per bere o per uscire perché anche lì ho bisogno di qualcuno che mi mette sulla carrozzina elettrica.

Ogni tanto crollo e mi chiudo in me stessa, odio tutto e tutti, poi, passa. Sto cercando di creare una mia indipendenza. Da un mesetto circa ho attivato presso il mio comune, un servizio che si chiama S.A.D (Servizio di Assistenza Domiciliare) ed è rivolto a persone disabili – minori e adulti – con patologie di tipo fisico, psichico e sensoriale.

Per chi non sapesse come attivarlo e/o avere maggiori informazioni su chi spetta, ho creato per voi una breve guida che ho allegato qui sotto.

Inizialmente ero molto titubante, non sapevo se attivare o meno questo servizio. Successivamente ho deciso di attivarlo poiché ragionando mi son detta che se volevo trovare un po’ d’indipendenza avrei dovuto iniziare a fare qualcosa. Un paio di volte a settimana vengono due signore a farmi la doccia, mi trovo benissimo con loro: mi stirano i capelli e mi truccano se voglio. Insomma sono contentissima e penso che questa sia la chiave per poter raggiungere la mia indipendenza. Credo che ogni persona debba averne una nel corso della propria vita.

Io ad esempio sto lottando con tutta me stessa per trovare una persona che mi faccia da “dama di compagnia”; una sorta di braccio che fa ciò che desidero. Voglio cercare una persona che abbia le mie stesse passioni e la mia stessa voglia di vivere. Purtroppo di persone competenti non ce ne sono molte. Un educatore costa all’ora anche 30€ e purtroppo io non posso permettermelo. Il mio sogno è che un giorno anche io possa trovare un compagno di vita ed essere felice. Questo non è il mio obbiettivo principale poiché il mio obbiettivo nella vita è quello di realizzarmi come persona e di riuscire pian piano a fare delle piccole cose da sola. Per me indipendenza significa poter fare ciò che mi pare senza chiedere aiuto a nessuno. Per le persone senza difficoltà essere indipendenti è scontato, vi siete mai chiesti cos’è per voi l’indipendenza?

«

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *